Chinatown in Giappone?!!!! 日本でChinatownがありますか?!!

L’entrata al quartiere cinese a Yokohama

Cinatown in giappone

 

Una delle tante insegne particolari che si possono trovare a Chinatown

Cina in Japan

In genere nulla delle cose che ho visto e sentito in Giappone mi hanno mai lasciata di sorpresa apparte una. Assieme a Yuriko e Nao ho passato una lieta giornata a Yokomana, da Tokyo in treno ci si arriva in circa 30 minuti, e questa è stata la mia prima visita in assoluto in questa città ^^). Yokohama è molto diversa rispetto a Tokyo, qui prevalgono edifici moderni, domina il color grigio dovunque si guardi e manca la fiumana di gente propria della capitale, ma questo mi sembra di averlo già scritto nel blog…

Ma non mi sarei mai immaginata che in Giappone esistesse una Chinatown, proprio come in America…Ma in verità è più logico che gli influssi cinesi si osservino in Giappone (dato che la cultura cinese ha sempre influenzato quella delle nazioni adiacenti ad essa) piuttosto che in Occidente. Forse sono sempre stata portata, dalla televisone o dagli altri mezzi di informazione, a pensare alla Chinatown malfamata americana e non a una sua “presenza” in altri luoghi dell’Asia. Comunque sia, questa scoperta mi ha fatto molto piacere e il giretto per il quartiere è stato d’obbligo!!! ^-^ Cosa risalta subito agli occhi? Ora ve lo dico subito. La classica ambientazione in stile giapponese scompare e lascia il posto a negozi con souvenir, mangiare, abiti tutti di importazione cinese e le commesse che ti aspettano come rapaci sull’uscio del negozio…voi direte: sono tutte cinesi. E invece no! Sono in prevalenza tutte giapponesi (e questo lascia un pò stupiti).

E i templi ci sono? Certo, due in tutto. La mia visita alla Chinatown di Yokohama mi ha permesso di comprendere nell’immediato la differenza tra un tempio giapponese e uno cinese!! La struttura di base è la stessa ma nel tempio cinese dominano i colori e le decorazioni. Il tempio giapponese invece è molto austero a confronto, i colori caratteristici sono il rosso, il grigio e il color del legno ma nel suo alter ego cinese le gamme del blu,del rosso del verde e così via ti invadono la vista e se si associano poi a figure intarsiate del legno molto arzigogolate…l’attenzione ne viene catturata e il tempio di per se stesso perde di importanza. Anche la zona interna al tempio, quella sacra, appare in modo del tutto diverso da quella del tempio giapponese. Anche qui dominano i colori sgargianti, il color oro ti acceca e si affollano ,in questo spazio di solito non molto vasto, figure sacre che di austero non hanno nulla. In furuto metterò le foto anche di questa parte del tempio! ^^  Pensate un pò, anche le statue dei cani alle porte del tempio sono del tutto diverse…a vederle fanno un pò impressione. (o O )

Domandona: Maruchan è una patita di templi ma adesso che conosce pure quelli cinesi che cosa ne pensa? Sicuramente preferisco di gran lunga l’austerità e la sacralità dilagante dei miei adorati templi giapponesi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! I mix di colore e di fronzoli esagerati non mi acchiappano molto. Ma come al solito ribadisco un concetto, quelle che esprimo sono personalissimi punti di vista per cui, se vi recherete in futuro a Tokyo, aggiungere della lista dei luoghi da visitare anche “il regno cinese” a Yokohama. ^.^)

tempio cinese in giappone

Tempio cinese a Yokohama

日本は中国お寺がある