Vi racconto una storia… 「皆さんに物語を語る。。。」

 

 

tera

Questa è la storia di 寺 “tera” (il tempio)。

Tanto tempo f’a’ 寺 non era soltanto un luogo di culto ma aveva un peso rilevante nella vita quotidiana delle persone.  Questo lo si comprende osservando i kanji che nella lingua giapponese sono composti al loro interno dal segno rappresentante per l’appunto il “tempio”.  持 (radicale del verbo “motsu ” 持つ cioè “avere, tenere in mano qualcosa” ) è composto da 2 kanji, il secondo ormai ben lo conosciamo mentre il primo indica il “potere” e non a caso, in passato, il tempio possedeva un grande potere. 侍 si legge “samurai”  ed è costituito da 人 “hito” (persona) nella sua forma contratta e difatti i primi samurai nacquero proprio per proteggere i templi. Successivamente questa casta di guerrieri prese  strade differenti da quella iniziale ma quella appena narrata riguarda la loro esatta origine. In  待つ “matsu” (aspettare) troviamo il radicale di 行く cioè del verbo andare e non a caso nel corso delle giornate le persone si riunivano per parlare non in piazza ma nel grande giardino o spazio antistante a  ogni tempio. Infine abbiamo  時 ”toki” (tempo) nel qual caso è  presente il kanji 日 “hi” (giorno”).  Svariati kanji che possiedono significati diversi ma tutti derivano da un’unica grande storia, quella legata all’antica vita del Tempio.

Storiella narrata da Midori sensei.

tempio di asakusa 5

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.